Homepage

Matteo Unetti e… la sua musica…

 

“[…] Il sogno é quel mare senza recinti, appare ai tuoi occhi come infinito, può regalarti un sorriso anche solo bagnandoti un dito […]” (“Il sogno” – Matteo Unetti)

 

“[…] Quanti applausi e pacche sulle spalle ma… io non sento più quelle farfalle, una brezza leggera o il fuoco in un camino che danza allegro la sera e… per un attimo é legittimo pensare che non serva a tanto recitare in un teatro senza un palco […]” (“Mille porte” – Matteo Unetti)

 

“[…] Ma no! Non canto, non canto per te. Fai parte del passato dove é stato ciò che é stato… Suono però queste note e mi accorgo che tu sei qui accanto a me, proprio qui accanto a me […]” (“Non canto per te” – Matteo Unetti)